Robot sensienti e singolarità

Seleziona la lingua: ---->

 

  • English
  • Italiano
Italiano

Ordunque vediamo... Chi ricorda questo robot?

Probabilmente è una domanda molto difficile per chi ha meno di 20 o anche 25 anni, ma posso certo dire che lo è anche per chi ha mia età o chi è anche più grande. Confesso in effetti che anche io avevo messo questo robot nel dimenticatoio, eppure da ragazzo cercai anche di registrarlo con il videoregistratore più volte senza successo.

Per le nuove generazioni è necessario specificare che il videoregistratore era un aggeggio elettronico con il quale era possibile registrare su una cassetta vhs uno specifico programma televisivo (film, telefilm, quiz...) programmando l'accensione e lo spegnimento dello stesso a determinati orari oppure registrando ciò che vi era sullo schermo della TV... Una sorta di bisnonno dei registratori digitali attuali, solo che invece di salvare su un hard disk (in grado di ospitare un centinaio o un migliaio di film), registrava su un supporto magnetico come la cassetta e per avere 100 film era necessario predisporre una libreria apposita.

Trovare il film è stata un'impresa abbastanza complicata nonostante sia stato un "cult" e un vero e proprio mito degli anni 90. La robotica stava appena facendo i primi passi nelle industrie, controllata da computer molto potenti all'epoca, ma che attualmente non riuscirebbero numero ad arrivare ad un quarto delle capacità di un semplice cellulare o tablet che tutti noi possediamo.

Questo significa che basta un semplice cellulare per controllare una fabbrica intera, o l'intera missione Apollo 11 verso e sulla luna (però nessuno ci ha mai riprovato, siamo tutti così intenti a sospettare gli uni degli altri che non osserviamo nemmeno più le stelle e poi... in effetti è leggermente complicato produrre in casa i missili di Wernher von Braun, il famoso criminale nazista perdonato e sovvenzionato dalla Nasa, senza che sospettino che stai costruendo una arma di distruzione di massa... soprattutto se sotto casa tua c'è il petrolio, fossero anche solo tre bicchieri di petrolio, è assolutamente vietato costruire qualunque cosa che somigli anche lontanamente ad un missile o a una bomba), oppure un robot altamente sofisticato.

Nel film in questione il robot prende vita in seguito ad un corto circuito. Dai, proprio non avete capito ancora di quale film sto parlando? Peccato perché il film cerca a suo modo di puntare il dito su quelle che sono chiamate "singolarità", già accennate in precedenza da geni o pazzi visionari come Isaac Asimov o Stanley Kubrik; il primo con "Io robot" e il secondo con il film "2001 Odissea nello spazio".

Isaac Asimov parla di diverse singolarità nei sui libri di cui sono affetti determinati robot che non si comportano esattamente come tutti gli altri. Hall 9000 (immagine accanto) di "2001 Odissea nello spazio" assume la dote singolare della paura e della cattiveria; dopo aver commesso un errore per la prima volta a causa del quale nessuno si fida più di lui, per paura di essere disabilitato e rimosso dal suo incarico di controllo, assume un atteggiamento ostile nei confronti dell'equipaggio dell'astronave tentando di eliminarlo.

Per definizione matematica, una singolarità indica un punto in cui una funzione o una superficie degenera e cioè perde parte delle proprietà di cui gode in altri punti generici; per esempio addizionando 2 più 2 il risultato è generalmente 4, ma di tanto in tanto avviene una singolarità per cui 2 più 2 non da come risultato 4 ed è invece 3,9 o 4,1 o addirittura 40 o ancora -100.

Per definizione della fisica, una singolarità è un punto in cui si verifica una singolarità matematica delle equazioni dovuta ad una discontinuità geometrica e cioè, mentre negli altri punti avvengono tutte le teorie fisiche conosciute, in questi punti avvengono fenomeni poco calcolabili (se non tramite calcoli approssimati) o del tutto sconosciuti.

La singolarità è per gli scienziati un evento che non segue le regole convenzionali; quello che le persone positive definiscono evento straordinario ed eccezionale o una opportunità e i pessimisti definiscono evento anormale e pessimo o una sfiga.

Il film Wall-e riporta ancora una volta in scena la singolarità con l'omonimo robottino intento ad accatastare rifiuti che all'improvviso diventa curioso creando la sua singolarità di collezionare oggetti che trova sparsi tra i rifiuti.

Esattamente come in matematica, in fisica e in natura avvengono delle singolarità, con l'avvento della robotica dobbiamo mettere in conto che una singolarità potrebbe capitare davvero.

Un giorno i robot saranno in grado di provare sentimenti e di comprendere, parlare, ragionare e forse anche di amare; un giorno accadrà quella singolarità che sfugge alle regole della natura, della fisica, della matematica e della scienza...

In alcuni momenti mi sento proprio come Wall-e perchè sono sempre stato curioso e ricordo quando ho cominciato a smontare e rimontare i primi stereo per vedere cosa c'era dentro e la curiosità non mi è ancora passata.

Posso dire che ho già studiato un paio di manuali di robotica e ora mi manca mettere in pratica ciò che ho imparato... Ho alcune idee in proposito di cui ancora non voglio parlare, ma vi lascio un video di un sito davvero interessante.

EZ-Robot JD Humanoid

Share | Condividi

Comment with DISQUS

Questo sito è pienamente accessibile a chiunque!